PROGETTI

Il funzionamento dei Punti 1+ si basa sul contributo dei volontari ma alcuni progetti specifici necessitano di finanziamenti dedicati per essere realizzati.
Uno di questi è la “mensa serale a misura di bambino”.

Si tratta di un progetto dedicato ai bambini e ai ragazzi delle scuole medie che hanno una situazione di fragilità economica tale da non consentire una adeguata alimentazione oppure provengono da nuclei famigliari con donne sole uscite da situazioni di violenza domestica o con genitori che devono spesso lavorare in turni tardo pomeridiani o serali per cui i ragazzi resterebbero a casa da soli all’ora di cena. Operiamo nell’area di incrocio tra Torino (Mirafiori sud), Nichelino e Moncalieri, comuni confinanti. Nelle attività che svolgiamo quotidianamente, dividiamo il lavoro in due parti: una parte di didattica e studio pomeridiano e una parte ludico-ricreativa . Operiamo negli spazi di un circolo ricreativo a pochi passi da noi dotato di campetto di calcio, palestra, calcetto, ping pong, servizio di ristorazione. Normalmente i ragazzi ci raggiungono all’uscita di scuola per proseguire la giornata all’interno del Punto 1+, studiare e poi partecipare alle diverse attività didattiche e ludico-ricreative ( calcetto, ping pong, calcio, gite) fino all’ora preserale. Con il progetto “Una mensa serale a misura di bambino” il nostro programma quotidiano si estende di due ore. I ragazzi nel progetto, finite le attività ludico-ricreative, restano a cena. I genitori hanno la possibilità di raggiungerli per cenare con loro oppure per riprenderli alla fine della cena se non riescono ad arrivare prima.In questo modo si rende naturale per le famiglie condividere il momento della cena, in un ambiente idoneo ai bambini e ai ragazzi, simile a una casa, con le famiglie che vengono invitate e non devono umiliarsi nel chiedere aiuto. Spesso infatti le famiglie in forte situazione di fragilità non lo danno a vedere, non chiedono aiuto, rinunciando a tutto, oppure si sottopongono a iter fortemente stressanti per usufruire delle mense situate in pochi punti della città, magari distanti, sottoponendo loro malgrado i ragazzi a disagio, umiliazione, depressione e dinamiche di autodistruzione. Con il nostro progetto vogliamo sostenere le famiglie in questo momento di grandissima difficoltà sociale, economica e progettuale, dare loro una parte dell’aiuto necessario per superare le difficoltà quotidiane per rivolgersi a un futuro diverso, soprattutto per incoraggiare i ragazzi a sostenere il momento. La mensa diventa quindi la naturale conclusione della giornata, permette ai ragazzi di socializzare, nutrirsi adeguatamente, non sottoporsi a umiliazione. Molti volontari, donatori  e altri giovani si uniscono al gruppo, contribuendo così al contrasto dell’isolamento sociale e al sentimento del sentirsi “diversi”. Con la campagna “lascia un pasto pagato alla mensa serale a misura di bambino”, è possibile lasciare uno o più pasti pagati per i ragazzi del centro 1+ attraverso una libera offerta che contribuirà al progetto. Potete donare cliccando sul logo “donate” presente su questa pagina, che consente di utilizzare la carta di credito, oppure raggiungendoci direttamente in associazione.